Quando le chiese sono «a casa loro». Dieci casi nel mondo.

«Una moschea in Italia? Neanche per sogno. Prova a costruire una chiesa nei loro Paesi e vedi cosa ti succede». Oppure. «Potranno costruire le moschee in Italia solo quando si potranno costruire le chiese nei loro Paesi». In entrambi i casi, una frase trita, sentita e risentita, qualunquista: chiunque frequenti bar o mezzi pubblici ci si è imbattuto almeno una volta. Su Facebook poi, sono innumerevoli le discussioni in cui i difensori dei diritti religiosi universali (quelli di tutti) si azzannano con i difensori dei diritti religiosi propri (ovvero cristiani).

Fermo restando che in molti Paesi la libertà di culto non è concessa, e che in molti altri dove è concessa i culti minoritari vengono perseguitati, ecco una breve rassegna di luoghi di culto cristiani all'estero: in Africa e in Asia, in Paesi islamici ma anche buddhisti o induisti. In alcuni casi le chiese sono state costruite con la forza dai dominatori di religione cristiana; in altri sono il risultato della conquista di un territorio cristiano o dell'autodeterminazione delle popolazioni cristiane presenti.

1 Tunisia

La Cattedrale cattolica di Tunisi si trova lungo la centralissima Avenue Bourghiba. Fu costruita nel 1893 sull'area dell'antico cimitero cristiano di Sant'Antonio. Per tutta la settimana ospita due messe al giorno (tre la domenica), in francese, italiano, spagnolo. E' intitolata a San Vincenzo de' Paoli, sacerdote venduto come schiavo a Tunisi.

2 Mali

La Cattedrale della capitale Bamako fu costruita nel 1927. E' intitolata al Sacro cuore di Gesù. In un Paese dove solamente l'un percento della popolazione è cristiana, è un'ottima opportunità per una messa la domenica mattina.

3 Egitto

Nel quartiere cristiano della capitale Il Cairo, la cosiddetta Cairo copta, sono numerosi i luoghi di culto cristiani. La Chiesa copta è la principale Chiesa cristiana d'Egitto: è distinta dal cattolicesimo e dalla confessione ortodossa ma prossima alla Chiesa siro-giacobita.

4 Senegal

Nel paese di Joal-Fadiouth, sull'Oceano Atlantico a 120 chilometri dalla capitale Dakar, musulmani e cristiani convivono in pace. Il cimitero del paese ha quindi una parte riservata ai morti di religione cristiana.

5 Cina

Nella città di Pingyao, 600 chilometri a sudovest di Pechino, c'è una chiesa cristiana con tanto di statua della Vergine Maria.

6 Nepal

Nei villaggi di montagna nel Parco dell'Annapurna i numerosi cristiani pregano nelle case del paese convertite in chiese.

7 Vietnam

Nella capitale Hanoi la cattedrale di San Giuseppe celebra la messa di domenica alla sera. Quando è stata consacrata, nel 1886, il Vietnam era dominato dai francesi.

8 Giordania

Il sito biblico Betania oltre il Giordano, al confine con Israele, è il luogo dove secondo i Vangeli Giovanni Battista battezzò Gesù. Nella zona sono presenti diverse chiese.

9 Turchia (Kurdistan turco)

La chiesa armena della Santa Croce si trova sull'isola di Akdamar, nel Lago di Van, estremo sud-est della Turchia. Fu costruita nel X secolo. L'area, stretta tra Iran e Iraq, è abitata dalla popolazione curda.

10 Namibia

La cattedrale cattolica di Santa Maria, nella capitale Windhoek, fu costruita a inizio Novecento quando il Paese era dominato dall'impero tedesco.